Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

DIVERGENT VISIONS WORKSHOP c/o ISOLAB VENEZIA/DIVERGENT VISIONS WORKSHOP AT ISOLAB VENICE

wsmmisolab

In the “Society of the Image”, hypervision make us blind, insensitive, comply even when

we are not. The goal of this workshop is to learn how to look in a different way, far from

trends and the caption of the reality. A Vision able to go in deep, through the evocation, the

imagination and the searching.

The study of several photo projects and artists, the giving of assignments, the selection of

contents and the development of the authorship will be the base of the construction of a

real alternative way of looking.

The conceptualization more than the expressive form (aesthetics and technique) will be

privileged (they are considered important but not fundamental).

Images produced will be analyzed, “ vivisected “, to investigate the instincts of everyone

and become aware of the different reading levels and interaction of the reality.

Participants will learn to become more intimate with the places and people, understanding

how “ the art of observing “ can become an action full of joy and intensity, an emotional

vehicle. Moreover a particular attention will be dedicated to the editing, trying to identify

which may be the elements that, in a photo sequence, can help to make a story more

interesting and communicative .

Nella società dell’immagine l’ipervisibilità rende ciechi, insensibili, conformi anche quando

non lo siamo. Obiettivo del workshop è imparare a guardare in una modalità diversa, che

si discosta dalle mode e dalla didascalia del reale. Una visione capace di arrivare in

profondità attraverso l’evocazione, l’immaginazione e l’indagine.

L’analisi di vari progetti fotografici e artisti, l’assegnazione di temi, la selezione dei

contenuti e lo sviluppo dell’autorialità saranno alla base della costruzione di una vera e

propria alternativa nello sguardo.

Verrà privilegiata la concettualizzazione dei lavori rispetto alla forma espressiva, intesa

come estetica e tecnica, considerate importanti ma, non fondamentali.

Le immagini prodotte saranno analizzate, “vivisezionate”, per indagare gli istinti di ognuno

e acquisire consapevolezza dei diversi piani di lettura e d’interazione della realtà.

I partecipanti impareranno a entrare in intimità con i luoghi, le persone, comprendendo

come “l’arte di osservare” possa diventare un atto pieno di gioia e intensità, fino a

diventare veicolo emotivo.

Inoltre particolare attenzione sarà dedicata all’editing delle immagini cercando di

individuare quali possono essere gli elementi che, in una sequenza fotografica, aiutano a

rendere una storia più interessante e comunicativa.

Workshop Divergent Visions Isolab pdf